Autore Claudio Bertolotti

1 2


Il recente intervento militare americano in Libia apre una nuova fase nella travagliata storia del Paese nordafricano e vede l’amministrazione Obama tornare nel teatro di quella che è stata forse la più criticata fra le sue iniziative di politica estera: l’azione che, sotto l’egida della NATO, ha portato, nel 2011, alla caduta di Mu’ammar Gheddafi e all’emergere dell’attuale situazione di instabilità. Avviato a sostegno del governo di Fayez al-Serraj e volto a ‘degradare le capacità militari’ delle formazioni affiliate al sedicente ‘Stato Islamico’ operanti nel settore di Sirte, l’intervento ha così riaperto un dibattito mai davvero chiuso intorno al giudizio…