Navigazione: Economia

1 2


Bangkok – La presenza dei Marchi italiani sul mercato dei prodotti in Thailandia è ormai un tratto caratterizzante persino delle scenografie pubblicitarie, soprattutto se ci si addentra nell’area dei Big Mall quali Siam Center o nella torre parallela del Paragon Center a Bangkok, dove i nomi più noti dell’abbigliamento e degli accessori firmati Made in Italy campeggiano un po’ ovunque, spesso anche indossati in passerelle allestite all’interno delle avveniristiche vetrine di questi iper magazzini popolari sia a livello locale sia a livello internazionale. Non accade di rado -tanto per fare un esempio – di vedere una 500 degli Anni ’60…

Cambieranno le sorti del Paese asiatico? La politica economica del Governo di Narendra Modi ha l’obiettivo di equiparare quelle che erano state le autonomie dei 29 distretti politico-amministrativi in cui è divisa l’India. Il pacchetto di riforme economiche mira a rendere l’India un Paese sempre più all’altezza delle aspettative di sviluppo in campo internazionale, oltre che la terza più grande economia dell’Asia. Tra i punti previsti nella riforma, alcuni sono fondamentali, soprattutto si punta al miglioramento delle entrate, allo stimolo della crescita degli investimenti stranieri, alla facilitazione dello spostamento delle merci con soluzione di continuità attraverso i confini statali. Un’operazione che,…

La Giustizia Argentina ha posto il proprio veto mercoledì all’aumento delle tariffe imposte dal Governo di Mauricio Macri attraverso una misura precauzionale. La decisione è arrivata dal giudice federale Martina Isabel Forns, che ha approvato i ricorsi costituzionali presentati dall’azione collettiva di due ONG (Associazione Consumatori Argentini e Centro Studi per la promozione della parità), che avevano chiesto l’annullamento dell’aumento delle tariffe di energia elettrica pari a circa il 600 per cento nelle previsioni. Il giudice ha dichiarato che gli aumenti dovrebbero essere moderati definendo «irragionevole» un tale aumento, sospendendo il pacchetto di leggi in via precauzionale e invitando il Ministero…

Sta tornando alla normalità il prezzo del Bitcoin dopo il crollo di oltre il 20% dei giorni scorsi, dovuto alla notizia di un furto dal valore di 65 milioni di dollari all’interno della piattaforma di scambio Bitfinex. Si è trattato della della seconda più grande violazione nella storia della criptovaluta, dopo quella da oltre 650 milioni di dollari costata cara a MtGox. A confermare la notizia Fred Ehrsam, co-fondatore di Coinbase, piattaforma di trading e wallet di criptovalute: «Bitfinex è una grossa piattaforma di scambio, quindi si tratta di un evento significativo nel breve termine nonostante Bitcoin abbia già mostrato in passato la sua resistenza…

Il Parlamento del Ghana ha votato martedì scorso, con una forte maggioranza, a favore del respingimento di un principio fondamentale di accordo che prevedeva l’aiuto pari ad 1 miliardo di dollari da parte del Fondo Monetario Internazionale (FMI), violando così i termini di un programma triennale destinato allo scopo di risolvere un’economia gravata dall’elevato debito pubblico. Il voto era contro la clausola del FMI in cu richiedeva al Governo del Ghana di impegnarsi ad intraprendere un finanziamento con lo zero per cento di interessi con la Banca del Ghana (BOG) per risanare il suo bilancio. La condizione era una delle tante volte a spingere i prestiti e i debiti del Governo verso il…

1 2


Kampala – Simon Petrus, uno studente della scuola media superiore Abraham Iyambo della regione Ohagwena, Namibia, ha inventato un Smartphone senza carta Sim da cui è possibile telefonare senza dover firmare un abbonamento con le compagnie telefoniche e comprare crediti telefonici per la trasmissione dei dati voce, immagini e video. Il prototipo, fabbricato tramite l’assemblaggio di Smartphone classici in disuso, sfrutta la frequenze radio libere e permette di telefonare gratis raggiungendo tutti i telefoni fissi e mobili del pianeta. Il rivoluzionario telefono è stato sottoposto ai test di funzionalità del Ministero delle Comunicazioni. I test hanno attestato l’operazionalità dell’originale invenzione protetta ora da…

1 2


Recentemente, un sondaggio realizzato dall’università di Harvard ha rivelato che una quota sempre maggiore di cittadini statunitensi di giovane età nutre forte sfiducia nei confronti del modello produttivo capitalista. Secondo svariati osservatori, però, la sfiducia montante si concentra soprattutto nei confronti dell’industria finanziaria e del modo in cui è stata gestita a partire dagli anni ’80, cosa che è alla base del progressivo distaccamento di una larga parte della società da un sistema giudicato sempre più oligarchico, anti-meritocratico e soprattutto incapace di assicurare un’equilibrata ripartizione della ricchezza. L’atto di accusa nei confronti delle istituzioni nasce dalla diffusa percezione dell’inadeguatezza di…

È stato inaugurato ieri dal Presidente indonesiano Joko Widodo il 12° World Islamic Economic Forum, a Giacarta. All’evento (che si concluderà domani, giovedì 4 agosto) parteciperanno più di 2500 delegati di oltre 69 Paesi. Nel discorso di apertura dei lavori, Widodo ha dichiarato che «la comunità musulmana deve utilizzare i propri poteri fondamentali per affrontare l’economia globale», basando le proprie previsioni ottimistiche sulle potenzialità della giovane popolazione musulmana: dati demografici alla mano infatti, la comunità musulmana si distingue rispetto alle altre per la bassa età media (30 anni). Una grande presenza di giovani che fa ben sperare per il futuro. Il Forum…

1 2


Negli Usa, le disparità sono sempre più evidenti. Lo confermano alcune indagini demografiche e socio-economiche, secondo le quali all’interno della maggior parte delle città degli Stati Uniti le divisioni etniche e di ceto tendono ad allargarsi ed approfondirsi. Oltre che in metropoli cardine della Rust Belt come Detroit, questa caratteristica emerge in maniera clamorosa nelle città del Sud, dove spesso e volentieri le discrepanze di reddito tendono a corrispondere in maniera piuttosto fedele a determinate alle linee di divisione di tipo etnico. Ad Atlanta, megalopoli di svariati milioni di abitanti che ospita colossi come la Cnn e la Coca Cola,…

1 2


La marea sale, ma non tutte le imbarcazioni in acqua salgono allo stesso modo e la nave italiana sembra avere qualche falla. La metafora marittima ci aiuta a descrivere lo stato dell’arte del settore ricettivo nostrano. Basta leggere il recente ‘Rapporto sul turismo italiano 2016’ del CNR per capirlo: dal 2004 al 2014 le presenze complessive (straniere e interne) sono cresciute di oltre il 20% in Unione europea e soltanto del 9,3% in Italia. Nel mondo, insomma, si viaggia di più. Ormai si è oltrepassata quota un miliardo di visitatori con destinazioni internazionali e il turismo contribuisce per il 10%…

1 2 3 412