Navigazione: Opinioni

1 2


Le carrozze e le botticelle che girano per le nostre città d’arte appaiono un’attrattiva turistica pittoresca e affascinante: sono considerate ‘veicoli’, e, c’è persino chi li elogia perché non inquinano, ignorando, però, la sofferenza che li muove, quella dei cavalli, che pagano il prezzo più oneroso di questo ‘servizio’. Spesso sono animali che, dopo una vita di attività agonistica, vengono destinati a concludere la ‘carriera’ in questo modo, pensando di concedere loro un sollievo. Come dire… vuoi morire subito in un mattatoio o fare qualche passeggiata urbana in attesa di sfiancarti completamente? Se un animale ‘da macello’ viene risparmiato per…

Questa nostro narrazione sia teorica che pratica de ‘La nuova ‘prevalenza dei cretini’ (cinque puntate, intanto, poi si vedrà, ché il tema è smisurato) è patentemente ed orgogliosamente ispirata a ‘La prevalenza del cretino’, edito da Mondadori, fondamentale ‘summa’ non solo letteraria di Carlo Fruttero e Franco Lucentini. La coppia di intelligenti, grandi, spiritosi ed eclettici scrittori (c’è profonda, ontologica differenza tra scrittori e scriventi) propose quell’opera (forse quell’’Opera’) come individuazione di questa tipica sindrome italiana, e viaggio alla sua scoperta. Spiegano icasticamente nella prefazione a ‘Il cretino in sintesi’: «Il cretino è imperturbabile, la sua forza vincente sta nel…

Abdallah Ahmad, ricercatore e scrittore siriano – Analizzando in maniera approfondita la politica estera degli Stati Uniti, si nota che la maggiore potenza del mondo non ha raggiunto e conservato la sua posizione senza sfruttare abilità insolite, dall’astuzia alla notevole capacità di usare l’imbroglio e l’inganno, fino alla macchinazione con il preciso scopo di indebolire gli avversari. Tuttavia, in politica internazionale, non è saggio convincersi che il proprio nemico sia stupido, specialmente quando si hanno rapporti d’affari con l’imperialismo americano, e fare affidamento sulla lettura di un insieme di quelli che potrebbero sembrare indicatori contraddittori provenienti da Washington. Sarebbe un errore fatale. È…

I tradizionalisti della Chiesa cattolica belano sempre più forte contro il Papa. Sono violenti, versione intellettuale dei tagliatori di teste islamici, un poco più cattivi di quelli, spesso dei poveracci, manipolati da anime nere piuttosto risolute. Invece i tradizionalisti cattolici stanno bene, per questo vorrebbero lasciare le cose come stanno. Forse anche loro dovrebbero prendere per buona l’esortazione a lasciare il divano e scendere in strada e mettersi dalla parte giusta, rivolta dal Papa ai ragazzi di Cracovia. Non sopportano l’idea che le cose cambino e tantomeno chi le vuole cambiare, come Francesco, che chiama i credenti a giocarsi la…

Forse, come dice Achille Campanile, vale per la moglie, che il mese d’agosto non si conosce. Ma ci si scordi che sia la politica a ignorarci, anche se molti lo vorrebbero. Anche in questi giorni di caldo umido e opprimente gli inquilini dei vari Palazzi del potere faranno del loro meglio perché noi ci si ricordi di loro. E non solo per il profluvio di dichiarazioni, promesse, assicurazioni con cui avranno cura di accompagnare le nostre giornate agostane. Quello sarebbe il meno. E che all’inondazione di dichiarazioni, promesse, assicurazioni, seguiranno fatti concreti. Non è vero che si tratta di ‘parole…

1 2


Accuse e contraccuse tra Gonzalo Higuaín passato dal Napoli alla Juventus (per 90 milioni di euro, mica gratis) e il suo ormai ex Presidente, Aurelio De Laurentiis. Il calciatore argentino ha sbottato che non ne poteva ormai più del pàtron partenopeo: «Andarmene è una mia scelta, ma mi ha spinto lui a farla. Non avevo più un rapporto con lui, non volevo stare più neanche un minuto con lui. La pensiamo in modo troppo diverso e per questo sono dovuto andare via». Aurelio suo risponde in modo al contempo duro e accorato: «Se il signor Gonzalo Gerardo Higuaín era così…

1 2


Con la chiusura delle convention di partito, la corsa per le elezioni presidenziali del prossimo novembre è entrata nel vivo. Oltre a garantire l’investitura ufficiale dei due sfidanti, i meeting di Cleveland e di Philadelphia hanno permesso, infatti, di chiarire alcuni aspetti-chiave della competizione, in primo luogo quello degli apparentamenti (‘ticket’) con cui Hillary Clinton e Donald Trump si presenteranno all’appuntamento elettorale. In entrambi i casi, la scelta ha riservato qualche sorpresa. I nomi di Mike Pence, Governatore dell’Indiana (in casa repubblicana), e di Tim Kaine, Senatore della Virginia (in casa democratica) sono saliti alla ribalta nei giorni appena precedenti…

1 2


La elección próximamente de un nuevo secretario general de la Organización de Naciones Unidas ha re-centrado a la principal organización intergubernamental del mundo entre los temas más relevantes de cuanto sucede en materia de relaciones internacionales, entidades que congregan a Estados y nuevos actores. Sin duda se trata de una cuestión por demás importante pues ello implica la elección del titular de la entidad intergubernamental no solo más multilateral del globo, sino la organización más directamente asociada con el propósito más loable del conjunto de naciones o (desde los enfoques esperanzadores) de la sociedad internacional: la mantención de la paz…

Il mondo dello spettacolo, quel mondo che tutti guardiamo per rilassarci, per ridere, per avere dei momenti di piacevole relax, quel mondo che ci accompagna, di fatto, in ogni momento della nostra vita, quel mondo che ci fa parlare al bar con gli amici, le discussioni e i ricordi di una partita, di un film, di una canzone … ma è davvero tutto così semplice e bello? Non credo, credo ci presentino tutta una finzione, una cosa atta ad ‘educare’ il pubblico… e sin qua il discorso ci sta tutto… ma i protagonisti sono davvero tutti così perfetti? Sono davvero…

Sta a vedere che non riusciamo più ad arginare la ricorrente ‘simpatia per il diavolo’. Nel caso specifico il diavolo più diavolo di tutti, un diavolone che è il più demònio dei dèmoni, ancor più ‘Il Demònio’ stesso, Belfagor, Belzebù e Satana al contempo, che al confronto il demonìaco Giulio Andreotti era un quasi inoffensivo diavoletto. Ma sì, proprio lui, Silvio Berlusconi. Che causa operazione al cuore e necessaria quanto ben gestita assenza fa sin sorgere rimpianti bertolucciani. «Assenza, più acuta presenza». E se la nostalgia torna ad essere quella di un tempo, e se «Vago pensier di te, vaghi…