EconomiaEsteriNews

Il grande disagio delle città statunitensi

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
1 2


Download PDF

Stessa cosa è accaduta anni addietro a Brooklyn, dove il notevole afflusso, a partire dagli anni ’60, di giovani ambiziosi e di hipster in cerca di affitti più bassi ha provocato un’ondata di rincari culminata con lo sfratto dei segmenti meno abbienti della popolazione.

Ovunque si sia verificato, il riversamento per le strade cittadini di migliaia di miserabili ha creato forti disagi e malcontento generalizzato, con un forte incremento dei crimini violenti che induce tendenzialmente le autorità a decretare forti strette repressive, in un avvitamento perverso che non fa altro che peggiorare la situazione generale. Attualmente, lo Skid Row è il quartiere di Los Angeles con il maggior numero di forze dell’ordine, ma nonostante ciò e gli sforzi economici del comune di Los Angeles (che destina circa 4 miliardi di dollari all’anno per il potenziamento della polizia), «la presenza della polizia è chiaramente insufficiente rispetto alla criminalità nell’area», come ha denunciato il capitalo del Los Angeles Police Department (Lapd) Donald Graham. Michael Oreb, altro alto funzionario della Lapd, ha sottolineato la necessità di un ulteriore giro di vite per i crimini minori, come il possesso di droga e i piccoli furti, al fine di penalizzare la recidività di individui ‘inclini al crimine’.

Commenti

commenti

Condividi.