EsteriPoliticaVideo

PMI, attività economica dell’Europa in rialzo

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +
Download PDF

Le statistiche sono state rilevate da IHS Markit, che rileva uno degli indicatori economici più importanti, il PMI (Purchasing Managers Index). Le informazioni si riferiscono al settore privato, tramite il monitoraggio di variabili quali la produzione, l’occupazione e i prezzi in tutti i settori chiave. Le banche centrali di molti Paesi attingono a questi  per le analisi dei mercati finanziari. Nell’economia europea è dal 2013 che l’indicatore macroeconomico resta sopra la soglia di 50 punti, che divide la crescita dalla contrazione.

markit-pmi

 

Come si evince dall’infografica, emergono segnali positivi per l’economia europea. A luglio, l’attività del settore privato della zona Euro ha segnato una crescita leggermente più alta rispetto al mese di giugno, portando il PMI da 53,1 a 53,2 punti. Nel continente il buon risultato dei dati è da attribuire soprattutto alle attività economiche tedesche, contraddistinte dai successi delle attività industriali; la Francia si trova in una situazione di stallo, mentre l’Italia e la Spagna affrontano un rallentamento del ritmo di crescita. Proprio nel nostro Paese, all’inizio del terzo trimestre si è verificata una forte flessione delle vendite al dettaglio influendo inoltre sull’ulteriore calo occupazionale: la stima infatti prevede che i dettaglianti eseguano dei tagli al personale per risollevare le aziende.

Commenti

commenti

Condividi.