Ucraina: Cernobyl, reattore senza cupola

Dopo 29 anni dal disastro nucleare di Černobyl’ un’inchiesta andata in onda su ‘Channel 4 News‘ fa luce su gravi carenze ancora da compensare con adeguate misure ed interventi strutturali.
Interventi da effettuare, in particolare, sul reattore nucleare numero 4, che scoppiò nell’aprile 1986 rilasciando una nuvola di materiale radioattivo tale da contaminare vaste aree dell’Europa orientale, la Finlandia e la Scandinavia. Con livelli di contaminazione minore vennero raggiunti Paesi come: l’Italia, la Francia, la Germania, la Svizzera, l’Austria e i Balcani, ma anche una parte della costa orientale del Nord America.
Dopo il disastro atomico se per l’Ucraina e l’intero mondo quello della bonifica rappresenta una sfida, quello della riparazione della cupola del reattore nucleare distrutto è una emergenza ed una urgenza, che richiede un intervento risolutorio delle autorità decisivo, ed immediato.

(Il servizio è tratto dalla selezione scelta di immagini della emittente televisiva ‘Channel 4 News‘)

 

accordo Ucraina e UE