#Freedom: i finalisti del Premio Sakharov 2015

Si chiamano: Raif Badawi, blogger saudita, Mesa de la Unidad Democrática, collettivo di prigionieri politici venuezelani di schieramento democratico,  Boris Nemtsov, fisico russo, ed ex-vice Primo Ministro, leader di opposizione, assassinato nel febbraio 2015 a Mosca. Questi i tre finalisti annunciati in Europarlamento candidati al Premio Sakharov 2015.
La speciale rassegna per la libertà di pensiero, venne istituita dal Parlamento europeo in onore del fisico sovietico e dissidente politico Andreï Sakharov, nel dicembre 1988. Lo scopo, sin dall’inizio, ha inteso omaggiare «individui e organizzazioni», si legge sul palinsesto alla memoria sul sito dell’Europarlamento, «che abbiano contribuito alla lotta per i diritti umani e le libertà fondamentali, in particolare il diritto alla libertà di espressione». In un video documentario la storia dei tre candidati al premio.

 

(Immagini tratte dalla selezione video del sito del ‘Parlamento Europeo’)

 

Cultura & Società